REGOLAMENTO INTERNO CO.MU.NET

Il presente regolamento ha il compito di integrare gli articoli dello Statuto dell’APS CO.Mu.Net-Officine Corsare.

PREMESSA

Co.Mu.Net: le ragioni di una nuova avventura collettiva

Crediamo che la politica abbia senso se finalizzata, come azione comune, all’emancipazione dei soggetti da ogni forma di dominio economico, culturale, politico. Che la politica oggi possa ancora rappresentare l’asse gravitazionale delle biografie individuali, ci pare una fiaba per anziani o per nostalgici che possono crogiolarsi nel ricordo dei bei tempi andati. Rinunciare a immaginare una vita diversa da quella che stiamo facendo, però, non ha nulla di realistico, prima ancora che di desiderabile. Tra l’una e l’altra opzione si può aprire la possibilità di ripensare radicalmente il senso e le modalità dell’attività politica e il suo rapporto con la vita quotidiana.

Co.Mu.Net (Cooperazione e Mutualismo in Rete) è il tentativo di dare forma e tornare a praticare assieme questa possibilità: siamo una comunità auto-organizzata e mutualistica di persone che nasce per rispondere ai bisogni concreti dei suoi componenti a partire dalla condivisione delle capacità professionali, delle disponibilità di tempo e delle risorse economiche dei/lle soci/e sostenitori/trici disposti/e per praticare in prima persona gli ideali di cooperazione, mutualismo e solidarietà che ispirano il Manifesto di questo progetto.

Alle ore di tempo prestate dai/lle soci/ie sostenitori/trici viene riconosciuto un peso diverso, a seconda delle diverse condizioni materiali di chi le versa all’intera comunità: le 48 ore di impegno volontario di una lavoratrice straniera con figli a carico, che deve pagare un affitto e con un contratto di lavoro precario in Italia non hanno lo stesso peso delle 48 ore messe a disposizione di un maschio adulto bianco, che può contare sullo status di cittadino, su una casa di proprietà, su un lavoro a tempo indeterminato e su risparmi in grado di infondere un minimo di sicurezza economica. Questa sensibilità alle condizioni di vita di ciascun* non mira a escludere né a penalizzare qualcuno; al contrario, vuole favorire la partecipazione di tutti i soggetti, soprattutto di quelli più vulnerabili, valorizzando politicamente le diverse condizioni materiali di tutt* i/le sosenitori/trici. Oltre a gettare le basi per l’autonomia economica del progetto, l’attenzione prestata alle diverse condizioni materiali di partenza dei/lle sostenitori/trici è un modo per dare concretezza e agibilità politica a una prospettiva intersezionalista, capace di tener conto delle diverse forme di subordinazione che si sovrappongono in un dato momento della biografia individuale di ciascun*. Sono queste le ragioni teoriche e politiche per cui chiediamo a ogni soci/ie-sostenitori/trici di contribuire egualmente (con una quantità minima di 48 ore annuali) e in maniera progressiva con le proprie risorse (in proporzione al proprio reddito da lavoro/immobiliare/patrimoniale) alla creazione di servizi e di un patrimonio sociale ed economico comune.

I servizi e gli sportelli prodotti dalla condivisione di queste risorse immateriali e materiali consentiranno di incontrare e coinvolgere attivamente i/le soci/e ordinarie che aderiranno a Co.Mu.Net per esaudire i bisogni che avremo tentato di intercettare.

Attraverso queste pratiche mutualistiche e le iniziative culturali e politiche che animeranno la sede dell’associazione, Co.Mu.Net raccoglie e sviluppa la storia di lotta, resistenza, intelligenza condivisa, animazione culturale e progettualità politica di Officine Corsare e del progetto del Collettivo di ricerca sociale, ispirato dall’esperienza delle imprese recuperate dai lavoratori e dalle lavoratrici che nel corso degli ultimi decenni in Italia e nel mondo hanno messo in comune le loro capacità e risorse per costituire una cooperativa ed evitare il fallimento della loro azienda. Co.Mu.Net è il tentativo di calare questa storia di riscatto nella vita concreta di lavoratori e lavoratrici che, pur non condividendo lo stesso luogo e contratto di lavoro, credono nella possibilità di costruire un’alternativa radicale e desiderabile alla forma di vita capitalistica, in direzione di un eco-socialismo femminista e democratico, capace di valorizzare il protagonismo cooperativistico e mutualistico dei lavoratori anziché restare nostalgicamente aggrappato alle versioni stato-centriche di questa alternativa.

I/LE SOCI/IE di CO.MU.NET

Sono considerati soc* fondatori/trici di Co.Mu.Net tutti i soci* che, al momento dell’approvazione dello Statuto dell’associazione, avranno versato una cifra simbolica minima di 50,00 euro come forma di investimento economico e politico nel progetto di Co.Mu.Net.

I/Le soci/e di CO.MU.NET possono essere soltanto individuali.

I/le soci/ie individuali si dividono in soci/e ordinari/e e sostenitori/trici.

Sono soci/e ordinari/e di Comunet tutte le persone fisiche che versano la quota associativa annuale pari a 10,00 euro. Il versamento della quota di adesione annuale dà diritto a:

– prendere parte a tutte le iniziative di animazione culturale organizzate dall’associazione;

– partecipare all’assemblea dei/lle soci/e;

– a candidarsi e a eleggere gli organi dell’associazione;

– ad accedere ai servizi e alle convezioni ARCI;

soci ordinari che verseranno una quota aggiuntiva (pari a 20,00 euro) inoltre:

– avranno accesso gratuito a tutti i servizi erogati dai/lle sostenitori/trici;

– potranno accedere a un prezzo agevolato a tutti i servizi erogati dai/lle fornitori/trici esterni/e.

I/le soci/ie sostenitori/trici sono soci/ie individuali che prestano un minimo di 48 ore di impegno volontario e versano un contributo proporzionale al loro reddito patrimoniale, immobiliare e da lavoro per rafforzare la sostenibilità socio-economica del progetto e la credibilità politica dei valori professati, secondo la seguente tabella. La modalità di impegno dipenderà dalle capacità professionali o dalle disponibilità di tempo messe a disposizione dei soci sostenitori a seguito di una loro concreta proposta di attivazione di un servizio per  soddisfare i bisogni diffusi all’interno della comunità e del quartiere in cui opereranno i/le suoi/sue soci/e impegnati/e1. Lo strumento di misurazione del reddito sarà l’ISEE rilasciato gratuitamente da qualsiasi CAF o calcolato automaticamente dal socio/a grazie al simulatore inps inserito nella procedura di pre-iscrizione on line in riferimento ai redditi accumulati nel precedente anno fiscale, eccezion fatta per:

  1. a) i soci sostenitori che, a causa di contratti di lavoro precari, avranno buone ragioni di credere che non percepiranno nell’anno in corso lo stesso reddito dell’anno precedente: in questo caso si farà affidamento sulla loro autocertificazione del reddito da lavoro, immobiliare e patrimoniale annuocomplessivo, calcolata grazie al simulatore inps inserito nella procedura di pre-iscrizione on line;
  2. b) 730 rilasciato dal datore di lavoro o (per i liberi professionisti con partite iva) modello UNICOper i soci sostenitori che condividono la residenza con altri componenti del nucleo familiare non iscritti a Co.mu.net o il cui reddito non incide sul loro tenore di vita, più autodichiarazione relativa al proprio reddito patrimoniale. La quota, anche in questo caso, sarà calcolata grazie al simulatore inps inserito nella procedura di pre-iscrizione on line;

I sostenitori/trici hanno diritto a:

– prendere parte a tutte le iniziative di animazione culturale organizzate dall’associazione;

– partecipare all’assemblea dei/lle soci/e;

– candidarsi e a eleggere gli organi dell’associazione;

– accedere ai servizi e alle convezioni ARCI;

– accedere gratuitamente a tutti i servizi erogati dai/lle sostenitori/trici;

– accedere a un prezzo agevolato a tutti i servizi erogati dai/lle fornitori/trici esterni/e.

I/le soci/ie lavoratori/trici sono soci/ie individuali che, oltre a pagare la quota di adesione annuale e a prestare 48 ore di militanza, saranno contrattualizzat* e riceveranno un compenso regolare da Co.Mu.Net per le prestazioni professionali da loro erogate a favore della comunità. I/Le soci/e lavoratori/trici presteranno le loro competenze professionali per un monte ore complessivo pari al rapporto fra il compenso percepito e il costo orario di 10 euro netti. L’ammontare complessivo del compenso sarà proposto ratificato dal direttivo a seguito dell’avvenuta verifica della sua sostenibilità economica sulla base dei bilanci approvati. La selezione dei/lle soci/ie lavoratori/trici avverrà a seguito di candidature avanzate fra i/le soci/ie di Co.Mu.Net e della valutazione del Direttivo, che nella sua decisione dovrà tenere conto della quantità e della qualità dell’impegno prestato in precedenza dagli/lle aspiranti soci/ie lavoratori/trici. Non sono previsti soci/e lavoratori/trici durante il primo anno di attività di Co.Mu.Net al fine di gettare le basi per la sostenibilità economica dell’intero progetto.

LE QUOTE DI ADESIONE

La quota di adesione annuale per tutti i soci/e ordinari è pari a 10,00 euro.

La quota aggiuntiva da integrare alla quota fissa annuale per tutti i/le soci/e ordinari/e di Co.mu.net che vorranno accedere agli sportelli e servizi attivati dai sostenitori/trici e dai fornitori esterni sarà pari a 20,00 euro. Questo contributo aggiuntivo darà accesso:

– gratuito a tutti i servizi e agli sportelli erogati dai/lle soci/ie sostenitori/trici di Co.Mu.Net grazie alle 48 ore individuali di impegno;

– a un prezzo agevolato a tutti i servizi erogati dai fornitori esterni di Co.Mu.Net che presteranno una parte delle prestazioni professionali concordate col Direttivo o da società, consorzi, cooperative esterne a seguito di accordi stipulati dal Direttivo.

Il contributo economico dei i soci/ie sostenitori/trici varierà in funzione della situazione immobiliare e patrimoniale dei/lle soci/ie oltre che dei loro redditi da lavoro, nonché delle ore di impegno eventualmente prestate a seconda delle qualità professionali, delle disponibilità individuali dei/lle soci/ie e delle esigenze di Co.Mu.Net rilevate dal direttivo. Le quote di adesione dei soci/ie sostenitori/trici sono indicate nella seguente tabella .

I SERVIZI E GLI SPORTELLI

servizi offerti da CO.MU.NET non intendono sostituire quelli erogati dallo Stato, ma si propongono di intercettare bisogni non ancora tutelati dal welfare pubblico o erogati solo dagli attori economici presenti sul mercato. Le attività mutualistiche saranno attivate a seguito di un sondaggio interno sulle competenze professionali e disponibilità di tempo dei soci fondatori dai/lle soci/ie fondatori/trici e di un lavoro di mappatura dei bisogni socialmente diffusi e dei servizi già attivati nel quartiere.

I servizi e gli sportelli attivati da CO.MU.NET sono erogati grazie alle risorse e alle ore gratuite di impegno dei/lle soci/ie e/o alle loro prestazioni professionali, oltre che da cooperative, mutue e fornitori esterni con cui sono stati raggiunti accordi per ridurre i costi a carico dei/delle soci/e. I servizi e gli sportelli interni di Co.Mu.Net saranno AD ACCESSO GRATUITO mentre i servizi attivati dai fornitori esterni – sia persone fisiche (che potranno anche non essere soci/iedi Co.Mu.Net) o sia persone giuridiche (consorzi, cooperative esterne) – saranno A TARIFFE AGEVOLATE. L’accesso ai servizi – gratuito o a prezzi agevolati – è garantito a tutti i/le soci/e sostenitori/trici che verseranno una quota proporzionale al loro reddito e ai/lle soci/e oridnari/e che integreranno la quota annuale di 10,00 euro con la quota aggiuntiva di 20,00 euro.

ORGANI

Questa sezione del regolamento interno ha la funzione di integrare quanto stabilito dallo Statuto a proposito degli organi dell’Associazione.

Il Direttivo si impegna a convocare, oltre alle assemblee previste dallo statuto, dei momenti assembleari di discussione politica riservati a tutti/e i/le soci/e per:

1) stabilire gli obiettivi di breve, medio e lungo periodo dell’associazione di cui il Direttivo dovrà farsi carico;

2) Definire gli strumenti e le tempistiche del conseguimento degli obiettivi;

3) Consentire a tutti/e i/le soci/e di avanzare proposte;

4) Favorire la partecipazione, il dibattito e la conoscenza reciproca di tutti/e i/le soci/e;

Il Direttivo si impegna inoltre a convocare, oltre alle assemblee previste dallo statuto, dei momenti assembleari di discussione sui servizi riservati a tutti/e i/le soci/e al fine di:

1) Ratificare le candidature dei responsabili di ogni settore di servizi fra i/le soci/ie che si saranno pres* l’impegno di mettere a disposizione della comunità le loro competenze professionali per 48 ore lavorative annuali nelle tempistiche e nelle modalità prescelte (per i servizi non direttamente erogati dai/lle soci/ie i responsabili del settore dovranno essere individuat* nel direttivo):

2) verificare la qualità dei servizi erogati ed esprimere critiche costruttive proponendo dei miglioramenti:

3) deliberare l’attivazione di nuovi servizi su proposta del Direttivo, una volta appurata l’esistenza delle condizioni economiche necessarie a garantirne un’alta qualità per tutti gli aventi diritto;

4) discutere, modificare, declinare, approvare le proposte di rivendicazione politica avanzate dal direttivo o portate dai/lle soci/ie impegnat*, a partire dalle sfide incontrate nei servizi di competenza;

Laddove sia trascorso un intervallo di tempo di almeno 30 giorni dall’ultimo momento assembleare, qualsiasi socio/a può inoltrare richiesta argomentata al Direttivo per indire una nuovo momento assembleare entro i 30 giorni successivi dalla sua ricezione. Per tutti i momenti assembleari di discussione politica o sui servizi indetti dal Direttivo i soci che volessero avanzare delle proposte potranno inoltrare una richiesta scritta al Direttivo prima della convocazione dell’Assemblea soci, in modo tale da garantirne l’inserimento nell’ordine del giorno. Laddove le proposte in discussione richiedano l’impiego di risorse economiche per il conseguimento di determinati obiettivi, i/le soci/e presenti si impegnano a tenere conto e dare seguito al parere espresso dalla maggioranza dei/lle soci/e sostenitori/trici presenti che avranno versato una quota proporzionale al reddito nell’anno sociale in corso.

Per favorire la ricerca del consenso e tutelare la democrazia interna, la qualità del dibattito, tempi di discussione compatibili con impegni extra-politici ed extra-professionali e la sensibilità di tutti/e i/le soci/e, all’inizio dei momenti assembleari non esplicitamente previsti dallo statuto i/le soci/e presenti potranno scegliere se adottare le seguenti modalità di discussione:

1) Presentazione delle proposte del Direttivo all’Assemblea dei/lle soci/ie;

2) Eventuale discussione delle proposte del Direttivo in gruppi da (non più di) 5 persone ciascuno ed elezione del portavoce del gruppo di discussione che dovrà riportare in maniera sintetica gli esiti della discussione interna all’assemblea plenaria;

3) Votazione plenaria delle decisioni maturate all’interno di ogni gruppo di discussione;

Riunione (almeno) bimestrale dei referenti degli sportelli/servizi di Co.Mu.Net eletti fra i/le soci/ie impegnati/e

I/le soci/ie di Co.Mu.Net che metteranno a disposizione del resto della comunità le loro competenze professionali  – nei tempi e nelle modalità concordate col Direttivo – e contribuiranno ad attivare e rendere sostenibili i servizi potranno essere nominati come quadri responsabili di un settore di servizi nei momenti assembleari di discussione sui servizi indetti dal Direttivo. Le ore prestate per le riunioni NON rientrano fra quelle dell’impegno volontario. Oltre a coordinare il gruppo e a inoltrare i materiali utili alla comunicazione e alla diffusione dei servizi attivati, i quadri responsabili delineeranno un’analisi politica del contesto (a livello territoriale, nazionale e globale) responsabile dell’emersione di tali bisogni. L’insieme delle analisi verrà sintetizzata e riportata in sede di direttivo trimestrale, con funzione di guida per le campagne di rivendicazione politica.

Il Direttivo, che si riunisce almeno una volta ogni due mesi, ha il compito di:

1) Recepire i report, le segnalazioni e le proposte che arriveranno dalla riunione dei quadri responsabili dei servizi erogati;

2) supervisionare la qualità dei servizi erogati e intervenire laddove venissero riscontrate delle problematiche/anomalie/irregolarità interpellando i quadri responsabili di ogni settore o l’ente esterno;

3) controllare la qualità del lavoro svolto dal segretario amministrativo di Co.Mu.Net e dei/lle soci/ie lavoratori/trici che saranno remunerati per l’amministrazione ordinaria della struttura;

4) proporre all’assemblea delle campagne mirate di rivendicazione politica volte al riconoscimento universalistico di istanze ancora affidate al mercato anziché al welfare pubblico sulla base di quanto emerso dal confronto con i quadri responsabili;

5) informare l’assemblea sulle condizioni economiche necessarie ad attivare nuovi servizi a favore dei membri di Co.Mu.Net;

6) Valutare e mantenere un certo grado di coerenza tra le modalità di soddisfacimento dei bisogni e la rivendicazione politica al fine di evitare che le prime mantengano, riproducano o colludano con i processi e le dinamiche sociali responsabili della loro emersione.

Il Direttivo è composto da minimo 5 e massimo 11 soci/e. Oltre alle cariche statutarie, il Direttivo si impegna a eleggere al proprio interno il Tesoriere, un Responsabile della comunicazione dell’associazione e un Responsabile del coordinamento dei servizi .

1 A differenza dei/lle sostenitori/trici, i/le soci/e impegnati/e prestano una parte del loro impegno volontario nelle attività dell’associazione (servizi, sportelli, animazione culturale, ecc.) ma non sono tenuti/e a versare un contributo proporzionale al loro reddito da lavoro, patrimoniale e immobiliare. In questo regolamento si fa esplicitamente riferimento a loro (e non solo ai sostenitori/trici) per tenere conto anche del loro contributo.