festa della liberazione, 25 aprile

24 Aprile 2020 - 25 Aprile 2020 19:00/00:00


Vorrei essere libero come un uomo
Come un uomo che ha bisogno di spaziare con la propria fantasia
E che trova questo spazio
Solamente nella sua democrazia

Anche se la pandemia ci obbliga a mantenere le distanze, vogliamo celebrare la festa della Liberazione come se fossimo tutti riuniti nella stessa piazza, fianco a fianco, perché mai come in questi giorni abbiamo voglia di libertà e di rivivere insieme la vicenda fondante della nostra democrazia, esempio straordinario di coraggio, solidarietà, impegno collettivo, Politica.

Ci vediamo venerdì 24 con una serata all’insegna della Resistenza, organizzata da Comunet – Officine Corsare, Indiependence, Il Corsaro, Dewrec e Magazzino sul Po. L’evento verrà trasmesso in streaming sulla pagina facebook.com/comunetofficinecorsare.

Per tutti gli aggiornamenti, iscrivetevi sulla pagina facebook dell’evento.

Programma

Il dibattito – Sentirsi comunità dentro e oltre la pandemia

Sentirsi comunità

Grafica di Marco Neitzert

Si parte alle 19 con l’incontro “Sentirsi comunità dentro e oltre la pandemia”, quarto appuntamento del ciclo “Raccontare la pandemia di oggi, immaginare la società di domani”: Luciana Castellina e Christian Raimo, in dialogo con Alfredo Ferrara, partiranno dal nuovo senso di comunità prodotto dal distanziamento sociale per affrontare alcune cruciali domande.

Che legami ci sono tra il rinnovato “patriottismo”, manifestatosi con tricolori, arcobaleni e flash mob dai balconi, e le visioni più chiuse e nazionalistiche di una comunità? Come costruire qui e ora, malgrado la pandemia, le basi di un modo di stare insieme più giusto e inclusivo? Che valore assume, in questo quadro, la Festa di Liberazione del 2020?

Musica e letture

A fine dibattito, alle 20:30, il dj set di trYbu ci aiuterà a scaldare i motori.

Il ricco programma di musica live continua, dalle 21:15, con la partecipazione di sette cantautori d’eccezione, intervallati da brevi racconti e letture sulla Resistenza.

Line up

▶️ 20,30 | trYbu – zYp dj set
▶️ 21,15 | Ila Rosso
▶️ 21,30 | Adam Smith
▶️ 21,45 | Bandini
▶️ 21,55 | Primule Rosse
▶️ 22,05 | Niccolò Bosio
▶️ 22,20 | Nicolò Piccinni
▶️ 22,35 | Errico Canta Male
▶️ 22,50 | Luciano Forlese
▶️ 23,05 | Suppp-A-delica

A intervallare la musica, letture e racconti di Chiara BOSCO e Simone Repetto

Mini bio

trYbu

trYbu è il live set degli zYp.

Siamo tutti nella stessa tribù e questa è la nostra danza intorno al fuoco.

Nelle tracce: Electric Circus e tanti altri simpatici amici.

hu! ha!

Ila Rosso

Una carriera iniziata nel 2009 allo Sbarco di Torino, quella di Ila Rosso. Da allora il “cantastorie laureato in fisica” come ama definirsi, ne ha combinate di tutti i colori. Due gli album all’attivo, La bellapresenza del 2012 e Secondo me i buoni del 2014, entrambi pubblicati con INRI. L’infaticabile attività live lo ha visto calcare alcuni del palchi più prestigiosi d’Italia. Nella musica di Ila Rosso si mescolano accidenti, malattie, influenze dalla musica classica, la nenia popolare, passando per lo swing, il liscio, il tango e la ballata. Un artista poliedrico e capace di cantare il suo tempo con una “musica d’autore pungente e a tratti stravagante ed ironica». (Torino Sette – La Stampa)

Adam Smith

Gli Adam Smith sono un’insospettabile rock band composta da  un architetto, un agente immobiliare e un maestro elementare che all’inizio del 2011 hanno deciso di dare vita a questo progetto. Partono per un breve viaggio a Londra, patria della musica alla quale spesso si sono ispirati, e appena usciti dalla metropolitana vedono un cartellone pubblicitario con su scritto il nome Adam Smith, che è  il nome del famoso filosofo ed economista scozzese ma anche uno dei nomi più diffusi in Inghilterra, come fosse Mario Rossi qui in Italia.

Bandini

Bandini, cantautore, è nato sul mare nel 1982 e vive da inizio secolo a Torino.

Le canzoni di Bandini riescono a parlare di tematiche attuali ma non rinunciano mai a esplorare sfere più intimiste: la ricerca di bellezza, la poesia degli sguardi, l’indagine delle ispirazioni dolci e violente. Allo stesso tempo le sue sonorità nascono nel solco del cantautorato classico per poi evolversi in varie direzioni, regalando ai suoi spettacoli una varietà mai banale.

Primule Rosse

Le primule Rosse sono un gruppo di Torino nato nel 2010, in seguito ad un progetto del Liceo Cottini. Da 10 anni portano il loro repertorio di canti storici, principalmente riguardanti la resistenza, in giro per i teatri, le piazze, le scuole d’Italia. L’obiettivo principale del progetto è quello di mantenere viva la memoria e coinvolgere le nuove generazioni attraverso i canti e le parole  di chi ha combattuto per la libertà!

Niccolò Bosio

Nato a Torino nel 1985, Niccolò è meccanico del suono e musicista, produttore di musica e colonne sonore per film e TV, fisarmonicista e arrangiatore. Ha collaborato con diverse formazioni del panorama musicale torinese e non. A fine 2019 ha registrato il suo primo disco, Orafi e Orfani, che avrebbe dovuto vedere la luce ad aprile 2020, ma ha lasciato il posto, stante l’attualità, a L’odore di benzina, che possiamo a tutti gli effetti considerare come la sua prima pubblicazione nonostante sia la sua seconda opera.

Nicolò Piccinni

Nicolò Piccinni vive a Torino, inciampa per sbaglio su un palco e diventa attore e cantautore. Suona blues e collabora con diverse formazioni (Hot Shots, Due Venti Contro, Fausia, Errico Canta Male). Nel 2016 esce il suo primo disco Fuori dal Giro, una festa con più di 20 musicisti coinvolti. È al lavoro sulla seconda opera, o forse è l’opera che è a lavoro su di lui e su un irriducibile manipolo di Internauti.

Errico Canta Male

Chitarra (prestata), Voce (poca) e Armonica. Arrangiamenti essenziali per canzoni i cui soggetti spaziano dalle sirene dell’ILVA agli Hipsters di San Salvario. Il legame con la città è forte infatti molte storie cantate da Errico sono ambientate a Torino. Suonava la fisarmonica in un gruppo punk (Hangover Piss) prima di avventurarsi in questa dimensione che lui odia definire cantautorale.

Il ragazzo si prende poco sul serio ma non va preso sotto gamba!

Luciano Forlese

Luciano Forlese è un cantautore di Trento, in autunno è uscito il suo primo album “Sine”, prodotto da Ardan Dal Rì. Odia chi odia, i fasci ed è in imbarazzo davanti alle persone astemie.

Suppp-A-Delica

La settimana lavorativa può non essere andata bene, l’amore di una vita può anche averti lasciato, i tuoi amici sono degli sfigati perché vanno a casa presto..
Ricordati che Suppp-A-Delica non ti abbandonerà mai!
Da solo o in compagnia il sabato sera del Magazzino sul Po non lascia mai a bocca asciutta!
Servendovi le hit del momento e spadellando quelle passate, salteremo e canteremo insieme fino alle prime luci dell’alba!

Attori

Chiara Bosco, attrice e pedagoga teatrale di Torino, regista di spettacoli di teatro pensante, appassionata di storie di uomini e donne coraggiosi, viaggiatrice radicale e compagna nel sogno.

Simone Repetto è un “raccontatore”. Attore, comico e autore, ultimamente sta producendo un bel podcast che si intitola: “Storie Notturne per persone libere”. Lo potete ascoltare su Spotify e altre piattaforme.

Credits

Grafica di copertina by Francesco Lopomo

Grafica del dibattito by Marco Neitzert

festa della liberazione, 25 aprile

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento